Con le cellule danneggiate rimosso, topi vivono 35% in più. (Gli esseri umani potrebbero essere il prossimo?)

0
69

I ricercatori hanno usato topi di mezza età per testare la loro teoria.
(Foto: Panorama Mondiale/flickr)

Una sana cellula umana può dividersi per sostituire le cellule che sono stati distrutti o danneggiati da normale usura. Ma la natura ha costruito-in un meccanismo che impedisce vecchio o cellule danneggiate da dividere all’infinito. Quando non funziona, il risultato è un tumore, che continua a crescere senza limiti. Il nome della salvaguardia contro incontrollata moltiplicazione delle cellule è la senescenza cellulare, e come abbiamo età, vecchio, cellule senescenti continuano ad accumularsi.

È stato teorizzato che le cellule che hanno raggiunto un biologico dead-end sono un male per noi. Quando siamo giovani e sani, il nostro sistema immunitario chiaro, ma come abbiamo età, questo cellulare “smaltimento rifiuti” del processo, perde parte della sua efficacia, e più cellule senescenti si accumulano in vari tessuti e organi.

Per vedere che cosa accadrebbe se abbiamo dato la natura, una mano a prendere fuori la spazzatura, un gruppo di ricercatori della Mayo Clinic escogitato un modo per rimuovere le cellule senescenti da topi. Il trattamento per gli animali cominciarono quando hanno raggiunto l’età di mezzo — che per un mouse è di circa 1 anno di età, e i risultati sono stati impressionanti. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Nature.

Il test topi avevano una mediana di vita che è stato più lungo di circa il 17% e il 35%! Diversi organi sono stati trovati funzione meglio quando le cellule senescenti sono stati rimossi, e i topi non solo vissuto più a lungo, ma avevano anche un aspetto più sano, erano più attivi nelle loro gabbie, era meglio la funzione del cuore, e meno infiammazione.

Che cosa è grande circa questa notizia non è solo una durata della vita più lunga; è l’estensione del sano anni, non un’estensione di tempo passato a combattere una malattia.

Lo studio fornisce anche alcune prove che le cellule senescenti promuovere la crescita dei tumori, dal momento che i topi trattati non aveva più lenta crescita dei tumori (avevano ancora alcuni, ma sono cresciuti più lentamente e sono stati solo fatale dopo un periodo di tempo più lungo).

Questo esperimento sembra confermare che le cellule senescenti, che si trovano in tutto il corpo, e all’interno di tutti gli organi, in numero sempre maggiore, come abbiamo età, hanno un impatto netto negativo sulla salute e la longevità. E dal momento che la rimozione di queste cellule non causa effetti collaterali negativi (per quanto posso dire), si solleva nuove possibilità, lo sviluppo di farmaci o terapie per estendere il sano anni.

Qui è il dottor Jan van Deursen, la cattedra di biochimica e biologia molecolare presso la Mayo Clinic, e l’autore senior della carta, discutendo la sua ricerca: