Cocleare neurone scoperta potrebbe ottenere nuovi trattamenti per la perdita dell’udito

0
8

Neuroni nell’orecchio interno sono stati di pensiero si dividono in due categorie: di tipo 1 e di tipo 2. Ma gli scienziati del Karolinska Institutet hanno scoperto che i neuroni di tipo 1—un gruppo eterogeneo—in realtà si compone di tre distinti sottotipi di neuroni. I risultati potrebbero aiutare i ricercatori a comprendere meglio i neuroni coinvolti nella trattazione e sostenere lo sviluppo di nuovi trattamenti per la perdita dell’udito.

Quando il suono entra la coclea, o l’orecchio interno, viene convertita in segnali elettrici che vengono inviati al cervello tramite coclea neuroni. Circa il 95% di questi neuroni sono di tipo 1 e di trasmettere la maggior parte delle informazioni uditive. Il resto sono di tipo 2.

Il team ha utilizzato una singola cellula di RNA sequenziamento di capire i neuroni a livello molecolare. Essi hanno identificato il gruppo più piccolo, tipo 2 neuroni, dalla loro espressione del gene Prph. I neuroni di tipo 1 sono stati identificati dalla loro mancanza di Prph e l’espressione di Prox1.

Con entrambi i gruppi, in parte, gli scienziati hanno cercato di nuovi marcatori per differenziare i due gruppi. Tutti e tre di tipo 1 sottotipi 1a, 1b e 1c—espresso non solo Prox1 ma anche Slc17a6 (VGlut1), Trpm2 e Epha4. Ogni sottotipo espresso il suo unico set di geni in aggiunta ai quattro geni espressi da tutti i neuroni di tipo 1.

“Ora sappiamo che ci sono tre diversi percorsi del sistema uditivo centrale, invece di uno solo”, ha detto Francois Lallemand, gruppo di ricerca leader presso il Dipartimento di Neuroscienze del Karolinska Institutet, in una dichiarazione. “Il nostro studio può aprire la strada per lo sviluppo di strumenti genetici che possono essere utilizzate per nuovi trattamenti.” Lo studio sembra Nature Communications.

CORRELATI: l’ascolto e la droga di perdita di sviluppatore Db round up $55M in serie C

Lo studio apre la porta all’utilizzo di espressione del gene marcatore per identificare quali tipi di neurone sono coinvolti nelle diverse forme di perdita dell’udito. Ma i geni possono essere utilizzati come un obiettivo terapeutico; come molti come la metà di tutti i casi di sordità sono causate da difetti genetici.

Per esempio, NIH ricercatori restaurato alcuni apparecchi in modelli murini di un’eredità di tipo di sordità dopo l’esatta localizzazione della mutazione che ha causato. Hanno usato le piccole molecole a bersaglio una DNA-binding protein che ha bloccato l’espressione di un gene che è importante per l’udienza. Akouos utilizza un approccio di terapia genica per trasportare i geni di cellule sensoriali dell’orecchio interno e il trattamento di alcune forme di perdita dell’udito. Il primo focus è monogenica forme di ipoacusia neurosensoriale, che si verificano quando i cambiamenti di un singolo gene piombo cellule sensoriali o fibre nervose dell’orecchio interno di un malfunzionamento.

Il Karolinska Institutet di squadra evidenziata iperacusia, o ipersensibilità al suono, come una potenziale applicazione per i loro risultati. Lo studio suggerisce che i tre di tipo 1 sottotipi probabilmente gioca un ruolo nella decodifica del volume, che è importante in udienza disturbi come l’acufene e iperacusia. “Una volta che sappiamo che i neuroni causa iperacusia, saremo in grado di iniziare a indagare nuove terapie per proteggere o ripararli,” Lallemand ha detto. “Il passo successivo è quello di mostrare che effetto le singole cellule nervose hanno sul sistema uditivo, che può portare allo sviluppo di migliori uditivo aids come gli impianti cocleari.”