Il monte Sinai ricercatori isolare placentare le cellule che si rigenerano danneggiato cuori in topi

0
15

Nel 2011, i ricercatori dell’Icahn School of Medicine presso il Monte Sinai generato un po ‘ di emozione in cardiologia comunità quando hanno annunciato di aver usato le cellule staminali da placenta per rigenerare danneggiato cuori in topi in gravidanza. Ora, hanno preso la ricerca di un ulteriore passo in avanti, in modo da isolare il preciso popolazione di cellule che hanno quella capacità di rigenerazione.

Il Monte Sinai, il team ha scoperto che il Cdx2 cellule della placenta di topi possono migrare attraverso il sistema circolatorio e il cuore di destinazione lesioni. Una volta lì, le cellule si trasformano in battere le cellule del cuore e avviare il processo di riparazione. Hanno pubblicato i loro risultati sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences.

I ricercatori sapevano da loro precedente studio che una popolazione mista di cellule staminali placentari potrebbe aiutare a riparare le lesioni che normalmente portare ad insufficienza cardiaca nei topi in gravidanza. Hanno azzerato in Cdx2 cellule perché erano più prevalenti di cellule che si mescolano e ne rappresentavano il 40% delle cellule che sembrava essere la promozione di cuore di riparazione.

Per confermare la loro intuizione, hanno testato il Cdx2 cellule in tre diversi modelli murini di attacco di cuore, tutti maschi: un gruppo ha ricevuto le cellule del mouse placente, ha ottenuto diversi placentare cellule e il resto è stato dato un placebo. I ricercatori hanno usato la risonanza magnetica per determinare come gli animali’ cuori sono tutti di rispondere.

Il Monte Sinai, il team ha osservato che tutti i topi in Cdx2 gruppo di esperti di rigenerazione del cuore sano tessuto. Tre mesi dopo il trattamento, le cellule staminali si era formata nuovi vasi sanguigni e cuore pulsante delle cellule muscolari. Non c’erano segni di rigenerazione negli altri due gruppi.

CORRELATE: Crescita trapiantabili arterie da cellule staminali

Rigenerante muscolo cardiaco danneggiato con le cellule staminali è l’attività più popolare tra gli scienziati di targeting insufficienza cardiaca, ma i risultati sono stati decisamente contrastanti finora. L’anno scorso, il NIH (National Heart, Lung, and Blood Institute premuto il pulsante di pausa su uno studio di cellule staminali mesenchimali derivate dal midollo osseo in pazienti con insufficienza cardiaca cronica dopo alcune importanti riviste mediche notato preoccupazioni circa la veridicità delle passate ricerche correlate per terapia cellulare in cardiologia.

Nonostante queste preoccupazioni, BioCardia spostato in una fase 3 di prova del suo midollo osseo di cellule derivate da terapia in pazienti con insufficienza cardiaca dopo un attacco di cuore. La società ha raccolto circa $23 milioni di euro per finanziare la prova. Australia-based Mesoblast sta lavorando anche su un gambo-cellula di base della terapia per l’insufficienza cardiaca, ma si trasformò in deludenti risultati di un trial di fase 2 l’anno scorso.

Il Monte Sinai, i ricercatori ritengono che Cdx2 placentare cellule offrire alcuni importanti vantaggi rispetto ad altri tipi di cellule che sono state studiate in disturbi cardiovascolari. Essi non solo di esprimere le proteine che hanno la capacità di generare tutti gli organi del corpo, hanno anche proteine che consentono loro di viaggiare a siti di lesioni. Inoltre, essi non sembrano causare una risposta immunitaria alterata, hanno segnalato.

Il team è stato in grado di isolare Cdx2 cellule dal termine placente umane, troppo, alzando la possibilità di essere in grado di raccogliere il trattamento quasi da “fonte illimitata” di placente che sarebbe normalmente essere scartato, ha detto il ricercatore principale di Hina Chaudhry, M. D., direttore dell’apparato circolatorio medicina rigenerativa presso l’Icahn School, in una dichiarazione.

“Questi risultati potrebbero aprire la strada per la terapia rigenerativa di altri organi oltre al cuore,” Chaudhry aggiunto.