Sostenitore di AUTO-T per il trattamento di tumori solidi, con un vaccino

0
3

Terapeutici vaccini contro il cancro sono progettati per diretta di una persona così come le cellule del sistema immunitario contro i tumori. Che cosa se si potesse utilizzare questo approccio per primo AUTO-cellule T in modo che queste cellule T ingegnerizzate—che sono attualmente in grado di affrontare i tumori del sangue—potrebbero funzionare contro i tumori solidi? Massachusetts Institute of Technology ricercatori non solo che nei topi.

Utilizzando un vaccino che super-carica AUTO-Ts linfonodi, un team del MIT hanno scoperto che potevano eliminare i tumori solidi nel 60% dei topi. Dopo di che, gli animali cancellato anche re-iniettato le cellule tumorali. I risultati sono stati pubblicati nella Scienza.

AUTO-T terapie con cellule di utilizzare un paziente di Cellule T e di un recettore chimerico antigene (AUTO) per colpire le cellule tumorali. Gli scienziati ritengono che un motivo di AUTO-Ts non funzionano bene per i tumori solidi, è che quei tumori formare un ambiente ostile attorno a loro, che elimina le cellule T cellule. Il team del MIT ha superato questo ostacolo, stimolando AUTO-T cellule dei linfonodi, i maggiori siti di cellule del sistema immunitario.

“La nostra ipotesi è che, se hai potenziato quelle cellule T attraverso la loro AUTO recettore nel linfonodo, riceveranno il giusto set di adescamento spunti per rendere più funzionali tanto da essere resistente all’arresto e sarebbe ancora in funzione quando hanno avuto il tumore,” Darrell Irvine, lo studio senior l’autore, ha detto in una dichiarazione.

Irvine squadra già sviluppato un metodo che fornisce vaccini fatti di antigeni virali o batteriche direttamente ai linfonodi, provocando una forte risposta immunitaria. Il vaccino è collegato a un lipide coda che si lega all’albumina, una proteina presente nel sangue. Perché l’albumina si accumula nei linfonodi, permette il vaccino per l’autostop per l’organo immunitario.

Per costruire il nuovo vaccino, il team ha utilizzato un antigene che stimola l’AUTO-T cellule. L’antigene potrebbe essere lo stesso antigene tumorale a essere preso di mira da cellule T, o casuale molecola che i ricercatori hanno selezionato.

I vaccini notevolmente potenziato AUTO-popolazioni di cellule T nei topi, i ricercatori hanno trovato. Topi dato circa 50.000 AUTO-cellule T sans vaccino ha mostrato quasi nessuna AUTO-cellule T nel sangue. Ma AUTO-T cellule, composto da un massimo del 65% degli animali’ T totale popolazione di cellule in animali che hanno avuto il vaccino.

CORRELATI: AACR: Dopo il cancro del sangue successi, AUTO-T trattamenti di vedere aprirsi la strada per tumori solidi

I due fronti eliminato tali tumori, come il glioblastoma, della mammella e del melanoma nel 60% dei topi, mentre solo AUTO-T, trattamenti per il prodotto alcun effetto su quei tumori, ha riportato la squadra.

Gli animali che ha conseguito il tumore liquidazione sono stati poi ri-sfidato con le cellule tumorali. Le cellule tumorali che erano identici a quelli originali scomparso. A quel punto, i ricercatori hanno iniettato leggermente diverse cellule tumorali, che non si è espresso l’antigene originariamente destinata l’AUTO-le cellule T e le cellule tumorali sono stati eliminati, come pure.

“Questo è un altro emozionante aspetto di questa strategia”, Irvine, ha detto. “È necessario disporre di cellule T attaccano diversi antigeni per avere successo, perché se si dispone di un AUTO-cellule T che vede un solo antigene, quindi il tumore ha solo la mutazione che un antigene per sfuggire attacchi del sistema immunitario. Se la terapia induce la nuova T-cellula di adescamento, questo tipo di meccanismo di fuga diventa molto più difficile.”

CORRELATI: Elicio Terapie mira a sneak vaccini contro il cancro nei linfonodi, con $30M per il lancio

L’entusiasmo è vorticoso giro l’idea di usare la potente AUTO-T cellule per il trattamento di tumori solidi. Gli scienziati, a La Jolla Institute for Immunology trovato che la rimozione di una famiglia di proteine chiamate Nr4a fattori di trascrizione potrebbe ringiovanire AUTO-cellule T che sono cresciuti in esaurimento nel microambiente tumorale. Un altro gruppo di scienziati del MIT e del Boston Children’s Hospital di recente cercato l’ispirazione alpaca e costruito AUTO-cellule T in grado di riconoscere alcune proteine che proteggono i tumori.

Il team del MIT technology è stato concesso in licenza Elicio Therapeutics, che ha raccolto 30 milioni di dollari per finanziare i suoi primi studi umani nella prima metà del 2020. “Non c’è davvero alcuna barriera per fare questo in pazienti molto presto, perché se prendiamo un AUTO-cellule T e rendere arbitraria di un ligando del peptide, quindi non dobbiamo cambiare l’AUTO-cellule T,” Irvine, ha detto nella dichiarazione. “Sono fiducioso che in un modo o nell’altro, può fare il test nei pazienti nei prossimi uno o due anni”.